blog paralleli

mercoledì 2 gennaio 2013

Cloud Atlas, la colonna sonora merita quanto il film. Tema e canzone del trailer

Sonmi-451 e Hae-Joo, una delle mie scene preferite
Sta per uscire nei cinema Cloud Atlas, un filmone di fantascienza bello e incasinato. Geniale. Uno dei pochi dove la trama avvincente supera di gran lunga l'ottima resa degli effetti speciali. Sei vicende, un mare di protagonisti e un intreccio tale che sei obbligato a stare attento dall'inizio ai titoli di coda.
Tratto dal romanzo L'atlante delle nuvole di David Mitchell, il film riprende quella convinzione, presente in ognuno di noi, che in epoche e in luoghi diversi ci sono persone che ci assomigliano incredibilmente. Inquietante. Non ci avete mai fatto caso? Magari cambiate città e cambiate amici e collegate i nuovi ai vecchi. Una teoria che avevo introdotto su quest'altro blog.
Grande storia e impatto visivo degno di Matrix, ma c'è di più: la colonna sonora (di Tom Tykwer, Johnny Klimek, Reinhold Heil). Cloud Atlas, infatti, è il nome della sinfonia che Robert Frobisher, uno dei protagonisti, comporrà nel corso del film.

L'Atlante, io credo, è l'unica cosa di valore che ho fatto nella mia vita. Ma non avrei potuto scriverlo, se non t'avessi conosciuto. Incontrandoci ancora e ancora, in vite e in epoche diverse.

Ascoltiamo il tema musicale nelle due versioni, eseguite la prima con il piano e la seconda dall'orchestra e dal coro, e infine Outro degli M83, canzone usata nel trailer nel film (in fondo). Quest'ultima con testo e traduzione.

Cloud Atlas, the sextet (il sestetto, riferito alle sei storie che si intrecciano nel film, probabilmente):


La prima versione di Cloud Atlas, eseguita con il piano. La più toccante, una successione di singole note, singole persone, segmenti di tempo apparentemente isolati e fini a se stessi che insieme formano la melodia, o una storia incredibile.

Cos' è l'oceano se non una moltitudine di gocce? (cit.)

Cloud Atlas Finale, la mia versione preferita. Archi con il ritmo delle onde del mare e il coro che mi fanno ricordare i brani epici dei Vangelis:




M83 - Outro, la canzone del trailer di Cloud Atlas:


Outro, canzone del gruppo M83, colonna sonora del film-documentario sullo snowboard The Art Of Flight e ora del trailer di Cloud Atlas.
Il breve testo e la semplice traduzione:

I’m the king of my own land.
Facing tempests of dust, I’ll fight until the end.
Creatures of my dreams raise up and dance with me!
Now and forever, I’m your king!
Sono il re della mia terra.
Affronto tempeste di polvere, mi batterò fino alla fine.
Creature dei miei sogni sorgete e ballate con me!
Ora e per sempre, io sono il vostro re!

il trailer esteso di Cloud Atlas:
Buona visione!

3 commenti:

  1. film da bedere assolutamente T_T
    una curiosità, ma ke versione è tra il minuto e 10 ed il minuto e 29 del trailer, con piano archi e cori ...???
    non la trovo...
    grazie
    ps bel blog ^_^

    RispondiElimina
  2. Grazie!
    Il brano che cerchi è "Cloud Atlas Finale", che c'è qui sopra ;)
    L'unico altro brano della colonna sonora con il coro è "All Boundaries Are Conventions".

    RispondiElimina

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.