blog paralleli

venerdì 13 giugno 2014

Melone e anguria nana: semina e trapianto

Dopo le due piccole angurie ottenute l'anno scorso, ho provato a seminare i meloni. I meloni son più piccoli, più saporiti, più densi rispetto all'anguria, che pare acqua zuccherata in stato solido. Ho sentito in un documentario che sono anche più difficili da coltivare, ho letto che bisogna saperli cimare per farli fruttificare a dovere, ma ci provo ugualmente.

Estate 2012: recuperati i semi 

Comincio col mettere da parte i semi, scegliendo appositamente il miglior melone dell'anno, promosso in lungo e largo. Per sicurezza i semi li ho fatti svernare al fresco, ma trattandosi di piante tropicali credo
sia stata un'operazione superflua, se non dannosa. Basta farli asciugare e seminarli, anche ora volendo.

Aprile: germinazione del melone:
Nel giro di un mese i semi, interrati nei vasi nella serra fredda, originano piantine con le prime foglie definitive.

Meloni e angurie. Insieme ai semi di melone, avevo racimolato anche un po' di semi di angurie nane. Nane perchè ho pensato: se i frutti di quelle normali seminate l'anno scorso sono rimasti piccoli, tanto vale scegliere una varietà con frutti piccoli.


Le solite lumache ingorde. Come al solito bisogna fare i conti con l'appetito delle piccole lumache nascoste nella serra. Ho provato a circondare di cenere le piantine, perchè repellente naturale sul quale la lumaca non riesce a strisciare. Dopo mi sono trovato costretto a usare qualche granello di lumachina, perchè una lumaca lasciata sola nella serra fa disastri.

Fine maggio: trapianto in terra piena
Le piante sopravvissute ai morsi delle lumache, cioè sei meloni e due angurie, sono finite in terra piena, non appena le temperature notturne lo hanno permesso. La foto non rende molta giustizia al preparazione del substrato. La messa a dimora, infatti, è stata prededuta dalla rimozione della terra presistente, sostituita con concime animale e cenere mescolati insieme (i meloni vogliono terra alcalina), ricoperti con la terra asportata precedentemente. Ora servono tanto sole e tanta acqua (e concime all'occorrenza).

melone e anguria nana 2: fiori e frutti senza potare

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.