blog paralleli

mercoledì 26 gennaio 2011

[reportage] I colori del bosco

Pubblico un po' di belle foto, in ordine cronologico, dopo quelle dei fiocchi di neve. Ho cercato di catturare la scena che mi ha colpito in quel momento.
Alcune mi sono venute bene, altre meno.

Ottobre 2009, Cadine. Un minuscolo fiorellino giallo che sboccia in ritardo, forse anche per la recente concimazione. I colori sono stati accesi (forse troppo) con la funzione Chrome della fotocamera. 

Ottobre 2009, Cadine. Foglie che appassendo assumendo una tinta viola ma luminosa.


Dicembre 2009, Cadine. Il rosso intenso della foglia di edera risalta molto chiaramente in mezzo al terreno spoglio, appena disboscato dalle sterpaglie. Colori accentuati dalla fotocamera.




Gennaio 2010, Baselga del Bondone, sulla strada per la Croseta. Poca neve in vista, solo alberi spogli e ricoperti di arbusti più piccoli. Un raggio di sole fa brillare particolarmente i fiori secchi dei rampicanti, simili a soffioni. Una sorta di Via Lattea tra i colori freddi.
Febbraio 2010, Baselga del Bondone, sulla strada per la Croseta.Un minuscolo fiore viola sta per sbocciare, inclinato, rivolto verso il sole basso. Foto abbastanza semplice.





Febbraio 2010, Sopramonte, strada per il monastero di S.Anna. Il groviglio confuso di rampicanti assomiglia a un'opera d'arte moderna. Non convince neanche me, ad essere sinceri.




Luglio 2010, Cadine, le Pontare. Solitamente non mi piacciono gli insetti. Questa specie di farfalla blu, però, meritava una foto.





Novembre 2010, Baselga del Bondone, Omalga. Germogli che pendono rosseggianti, in contrasto con il verde delle chiome degli alberi.






Novembre 2010, Baselga del Bondone, Omalga. Un faggio che si ostina a non perdere le foglie, risaltando dorato tra tutti gli altri alberi, spogli.
Purtroppo, il soggetto era troppo grande per essere ripreso totalmente dalla piccolo obiettivo della fotocamera compatta, così alcune parti non sono a fuoco.


Gennaio 2010, Baselga del Bondone, Omalga.
Ho ripreso una manciata di foglie secche "accese" dalla luce solare. Per risaltarle sono passato in manuale, abbassando al minimo l'esposizione della luce, in modo da rendere nero tutto ciò che era controluce.

Ultima foto, un pelo più "tradizionale", a strati, se si può dire: la pianta fiorita, la linea di pietre frastagliate e gli alberi che si sviluppano verso il cielo.

Le foto sono disponibili anche nella galleria fotografica del mio sito personale.

Fotografrie dal bosco:

colori del bosco bacche velenose creature del bosco fotografie

foto scattate con una Fujifilm FinePix Z100fd

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.