blog paralleli

lunedì 20 dicembre 2010

[oggi] Animali sotto la neve, il presepe e i fiocchi. Il lungo inverno 2010-2011

Gelido, lungo e suggestivo. Iniziato prematuramente, con nevicate abbondanti in pieno autunno. Così posso descrivere l'inverno trentino del 2010-2011. L'ho immortalato con diverse foto, più in giù quelle degli splendidi fiocchi di neve, e con un filmato sugli animali di casa.


Un omaggio video, abbastanza umile, agli animaletti che vivono sotto i rigori dell'inv... autunno! Quest'anno ha iniziato a nevicare molto presto e le tre galline e i due conigli, di cui un esemplare nano e un cucciolo, si sono dovuti adattare. Notate la scena del ghiacciolo: l'ho montata al rovescio. L'avevo ripresa dal basso verso l'alto ma non aveva senso. Allora l'ho invertita e, con un po' di fortuna, l'ho messa in sincronia con le gocce che scendono.


La musica è di Antonio Vivaldi, Le quattro stagioni: L'Inverno (Largo). L'ho scelta per quel pizzicare di corde che si sente in sottofondo. Mi ricorda un po', ma solo un po', uno dei versi delle galline.


Vi piace il video? Eccone altri due...
Ne ho fatti un altro paio prima di questo. Uno sui pulcini che crescono e l'altro su tutti gli animali che abitano da basso.


Il presepe personale
D'ora in avanti nessuno mi potrà dire che non faccio mai il presepe.

presepe natale
Note:
  • la gallina non sta mangiando i piedi a Gesù bambino
  • il soldato col bavaglio (dei Tipi Tosti) non sta convincendo il sopracitato neonato ad abbracciare la fede in qualche dio Sole
  • l'altro soldato proviene da un gioco a mattancini, antagonista del Lego tradizionale, che fino a qualche tempo fa, si proclamava pacifista. Questo invece era prettamente militare, con i mattoncini color verde oliva e macchine da guerra
  • la bestia marrone è un cane bistrattato. Fa schifo a tutti. Forse è per questo che è rimasto qui e non è stato perduto/sottratto/smembrato dagli inquilini
  • sullo sfondo compare il poteriore di un cervo. Si tratta di un angolo della stampa di un mio disegno

La caccia al fiocco perfetto, foto in macro
Quando nevica e la temperatura resta molto bassa, allora i fiocchi di neve vengono giù come mamma li ha fatti. Puoi ammirare a occhio nudo la magica geometria dei cristalli e resti sbalordito. Abbiate pietà: le foto sono state scattate con una modesta Fujifilm FinePix Z100, con il macro al massimo.

 La temperatura era scesa a -7 e i cristalli di neve non si scioglievano.

foto e video realizzati con una Fujifilm FinePix Z100fd

 [ INDICE PER CATEGORIE ]

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.