blog paralleli

martedì 24 maggio 2011

20 giorni a Londra, seconda settimana



TIME FLIES, recita l'iscrizione sotto un vecchio orologio alle porte di Hyde Park, vicino alla stazione di Queensway. Ha proprio ragione: i giorni passano a una velocità assurda. Corso d`inglese intensivo la mattina e il pomeriggio, passeggiata serale a Walthamstow o pub. Il finesettimana si rivela altrettanto pieno: turismo di giorno e qualche locale della Central London all'imbrunire.

Giovedì è stata una giornata nera per chi usa la metropolitana. La Victoria Line è rimasta inagibile per mezza giornata e l'unica alternativa è stata provare il tradizionale autobus. Un viaggio nell`ignoto praticamente, con tempi di arrivo estremamente alluingati. Non è stato molto piacevole. Dio salvi la metropolitana.

Ad ogni modo, ecco il video della seconda settimana:



Se li primo video dava molto spazio all`areo sopra le nubi, questo è maggiormente incentrato sull`Hyde Park, sul Green Park e su alcune cosette circostanti, come i monumenti ai caduti della guerra. Compaiono, non in ordine: Hyde Park, Green Park, Wellington Arch, Royal Artillerry Memorial, Tower Bridge, London Tower, HMS Belfast, British Library, Albert Memorial, Buckingham Palace, Victoria Memorial, the Palace Guard.
Nella piazza monumentale di Wellington Arch, compresa tra i due parchi sopracitati, si innalza un arco di trionfo dedicato all'omonimo generale. Accanto, molto più suggestivo, si erge il Royal Artillery Memorial, dedicato agli artiglieri britannici caduti della seconda guerra mondiale. Sul colossale blocco di pietra è stato piazzato un pezzo di artiglieria e, intorno alla struttura, sono state poste le statue bronzee dei soldati di guardia e di un caduto.


La colonna sonora.

Il pezzo, disponibile su Audioswap, appartiene a Bell Plaines e è intitolato For a Film. Anche se semplice, conferisce molta  atmosfera alle immagini.
Ma questo Albert...
Sul lato meridionale dell`Hyde Park si erge un monumento molto vistoso, l'Albert Memorial, ben visibile in lontananza. All`inizio, appena ho notato le statua dorata, pensavo fosse dedicato a un pontefice o un santo. Invece mi avvicino e leggo Albert. Chi sarà mai?
L`Inghilterra è famosa per le sue regine e tutti dimenticano i suoi re, o meglio, principi. Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha, infatti, era principe e consorte della regina Vittoria. Contribuì fortemente allo sviluppo della monarchia costituzionale inglese, si schierò contro la schiavitù nell`Impero Britannico e persuase la moglie a divenire una figura predominante della scena politica nazionale. La sua morte lasciò la regina Vittoria in un profondo lutto e tale era la devozione e l`ammirazione per questo principe che furono eretti centinaia di monumenti in suo onore.


Accanto al famoso Tower Bridge...
...è stata ormeggiata la HMS Belfast, nave da guerra reduce del secondo conflitto mondiale e della guerra di Corea. Ora l'incrociatore leggero è diventato una nave museo.


Animali selvatici non solo ai parchi...
Uno schivo viandante serale e notturno si aggira per la periferia di Londra. Ho cercato di riprenderlo ma, per via del buio e dei suoi movimenti furtivi, non ci sono mai riuscito. Si tratta della cosidetta doggish fox, una volpe priva della sua caratteristica coda folta, con, invece, la coda di... un cane. Stranissima.
Poi si intravedono scoiattoli, topolini di campagna braccati dai gatti e così via.

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.