blog paralleli

martedì 1 maggio 2012

Immondizia a Cadine. I villeggianti maleducati al Fer de caval

I luogi di villeggiatura sono afflitti da una piaga comune: le persone maleducate che lasciano l'immondizia dove capita. Queste foto sono state scattate a Cadine, in località Fer de caval, punto di partenza per il giro del Sorasass.


Gli amanti della birra...
Gli amanti della birra hanno la malsana abitudine a marcare il territorio con le lattine. Rigorosamente vuote e strizzate.

Sotto il fornello...
Sotto il fornello si lascia l'immondizia. Mi sembra un ragionamento che fila... Il Comune di Trento sopravvaluta la civiltà dei villeggianti abituali di Cadine, che abbandonano i loro rtifiuti ovunque, invece che portarseli via.

Si accende il fuoco vicino al sottobosco...
Quando gli appositi fornelli del Comune di Trento non bastano, si accende il fuoco a terra, a un metro scarso dal sottobosco.
Falò a parte, i fornelli sono ridicoli. La presenza del fornello implica anche il bisogno di legna da ardere. Ora, ci sarà qualche turista educato che si porta da casa la carbonella, ma i più prelevano la legna dalle proprietà vicine.  Una volta mi è capitato di vedere gente accendere legna verde spruzzandoci sopra alcol.


Villeggiatura malsana
Queste foto sono solo un assaggio. Gli operatori del comune, ogni lunedì mattina, hanno da ripulire tutta la zona. Intervengono solo dopo, come la guardia forestale, ma del resto i villeggianti sono in azione il finesettimana e gli altri non lavorano.
I rifiuti sono solo uno dei problemi:
  • si tiene sempre la musica a un volume altissimo, il Fer de Caval sembra diventare un rave
  • parecchi maleducati si prodigano in atti di vandalismo presso le proprietà circostanti
  • furto di legname
  • gli angoli delle proprietà circostanti diventano toilette a cielo aperto.

Altre foto di due anni fa, sempre in località Fer de Caval di Cadine:

immondizia abbandonata sotto il fornello

 rifiuti sparsi tra le panchine
 
 bottiglie di birra e immondizia


Link correlati:

Pulizia d'autunno alla malga di Mezavia

1 commento:

  1. Tutto questo grazie agli albanesi onnipresenti tutti i fine settimana e che si impadroniscono della zona lasciando in giro ogni volta le loro schifezze... sarebbe ora che le forze dell'ordine intervenissero con una bella retata perché è proprio uno schifo! Per non parlare della loro musica a tutto volume... maleducati, cafoni e delinquenti!

    RispondiElimina

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.