blog paralleli

mercoledì 31 luglio 2013

Mirtilli che maturano 4: proteggerli con la rete funziona? Non contro le lumache

I famosi mirtilli rosa: senza ferro
A luglio cominciano a maturare i mirtilli americani. Finalmente, aggiungerei, dopo averli irrigati tutte le sere con acqua (a volte mischiata con aceto). Le due piante giovani con un leggero anticipo sulle altre, piante che ho cercato di proteggere dall'appetito dei volatili avvolgendole con una rete.
Sulle due piccole piante in vaso, invece, i mirtilli si sono fatti rosa. Colpa della mancanza di ferro che ha alterato il colore, oltre che alle foglie, anche ai frutti. Una volta maturi hanno assunto una colorazione normale, peccato che ne ho mangiati solo un paio: la fauna locale è stata più veloce, lumache incluse.

Maggio-luglio: mirtilli verdi che maturano, proteggiamoli con una rete
La base dei piccoli fiori si gonfia fino ad assumere la classica forma del mirtillo. Bacche riunite in grossi grappoli, perchè questo è il mirtillo americano e non quello nero alpino, più genuino e selvatico.
I mirtilli che maturano passano dal verde al viola pallido (niente rosa acceso di sopra...).
A sinistra un merlo che si gode il sole, disteso sul letto di aghi di abete. Magari sta già pregustando i mirtilli della grande pianta adulta sopra di lui...
Le due piante nuove di mirtillo, le più vitali, hanno fatto letteralmente il boom con la fruttificazione. Trovandosi in cima al dosso, completamente fuori vista, abbiamo cercato di impedire ai volatili di depredare i grappoli di bacche. Come? Avvolgendo, per tempo, le due piante con una rete, aperta sulla sommità.

Luglio-agosto: maturazione e raccolta dei mirtilli, uno alla volta
solo quello a sinistra è un mirtillo veramente maturo

Tutti ghiotti di mirtilli...
Non sapevo che le lumache si arrampicassero sugli arbusti. No, davvero. Ma la bava sui mirtilli è una prova schiacciante del fatto. Le bacche mature spariscono a vista d'occhio, soprattutto quelle cadute a terra. La rete si rivela inutile contro questo attacco a sorpresa (notturno).
Fa poco anche ai volatili, che lasciano i ricordini sulle foglie e qualche piuma all'interno.
sopralluogo sulla scena del delitto: mirtilli morso e bava di lumaca sulla pigna
La prima foto sa molto di raccolta differenziata... Le bacche di mirtillo non si possono certo pesare a chili come i lamponi, le fragole o le bacche di ribes.
L'appetito delle bestie ha dimezzato il raccolto praticamente. A conti fatti non so quanta valga la pena puntare sul mirtillo, se non abitiamo dove la terra è acida, come in Val di Cembra.
In ogni caso una nota positivà c'è. Guardate che belle foglie nuove sono spuntate dalla piantina in vaso. Le sto somministrando acqua piovana arrugginita prelevata da un vecchio bidone di Cadine. La ruggine non è altro che ossido di ferro, quindi fa diventare le foglie verdi. Poi chissà, è solo una supposizione. Magari è stato anche merito dell'infuso di ortica e di trifoglio, o perchè è finito lo stress della fruttificazione e la pianta ha potuto nuovamente badare a se stessa.
Vedremo se dai monconi dei rami spunteranno nuovi rami vigorosi.

Trapiantare il mirtillo:

scavare le buche messa a dimora fiori e concime mirtilli maturi
Parte 5: rete antiuccelli con impalcatura

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.