blog paralleli

domenica 11 luglio 2010

[comportamento] Contrastare la zanzara


Vorre consigliarvi un paio di semplici rimedi per contrastare questo insetto fastidioso.

  • i fastidi provocati dalla zanzara
  • no agli insetticidi
  • la magia del ventilatore
  • salvare la faccia
  • e contro il ronzio?
  • i rimedi tradizionali
  • il pipistrello


La zanzara ci disturba in due modi:
  1. volando radente sulle nostre orecchie e provocando la nostra irritazione.. e una frequente (e inutile) auto-sberla
  2. mordendoci, un fastidio pressochè nullo al contrario del prurito-gonfiore successivo dell'area morsa.


Evitate gli insetticidi.
Sono fortemente contrario ai veleni nebulizzati da spruzzare, così come le piccole macchinette automatizzate. L'aria resta appestata e pesante. Poi bisogna arieggiare prima di soggiornare nella camera... perdiamo molto dell'effetto desiderato, no?
Il risultato, spesso, è che non facciamo altro che avvelenare noi stessi (leggete il foglio illustrativo, non sono innocue queste sostanze) e dopo qualche ora, quando l'aria si sarà liberata dal veleno, le zanzare torneranno a tormentarci.
Nemmeno l'aitan da spruzzare o da spalmare sulla pelle serve a molto. I simpaticissimi insetti magari non vi morderanno ma ronzeranno sempre vicino alle vostre orecchie. Si tratta di un rimedio abbastanza mediocre, da ripetere di continuo.


La magia del ventilatore.
Uno dei punti deboli della zanzara è che la corrente d'aria destabilizza il suo volo: è, infatti, un'animaletto molto largo e leggero, e tale struttura comporta una sorta di "effetto vela".
Così, come magari avete già notato, in uno spazio ventilato le zanzare non sono presenti, perchè cacciate via dalla corrente d'aria o dal vento. Vi basterà, quindi, munirvi un semplice ventilatore per passare delle notti tranquille. Tale soluzione contrasta efficacemente anche il caldo estivo, attenzione però alla corrente eccessiva che, indirizzata contro un corpo sudato, non è molto salutare. Meglio far ruotare il proprio ventilatore e abbassare la velocità.


Casi estremi, estremi rimedi.
In assenza di un ventilatore potete sempre tentare di salvarvi la faccia, letteralmente!
Dormite senza coperte e con le gambe e i piedi scoperti. Tanto non avete bisogno di lenzuola quando ci sono più di 25 gradi. Ricordate che al fresco dormirete meglio.
Ho scoperto, a mie spese, che le zanzare preferiscono mordere gli arti inferiori. Limitiamo così i danni al viso e alle braccia.



E contro il fastidioso ronzio?
Bastano le cuffie. Ovviamente con della musica dentro. Altrimenti i tappi per le orecchie da comprare in farmacia. Questi ultimi sono raccomandati anche in caso di famigliare/conquilino che russa, o nel caso abitiate accanto a una strada trafficata, o una ferrovia o un aeroporto. C'è da dire che non sentirete neppure eventuali ladri, ma forse, a volte, è meglio così.


Ovviamente esiste anche la zanzariera.
Un rimedio tradizionale e molto valido. Questa barriera passiva assicura che nessun intruso si intrufoli nella vostra camera. Ovviamente non deve essere entrato prima, quando la zanzariera era sollevata! Le zanzare normali, infatti, dormono di giorno e mordono di notte. Abbiate cura, quindi, di tenre la zanzariera sempre chiusa.
Altri consigli risaputi e validi sono quelli di eliminare l'acqua stagnante e, se siamo impossibilitati a farlo, di versarci dentro qualche goccia di detersivo per i piatti. Questo formerà un pellicola sottilissima in superficie e impedirà alle larve di zanzara di respirare.


Il  pipistrello.
Questo animaletto ha un ruolo fondamentale nella lotta alle zanzare. Riesce a divorarne migliaia. Tuttavia, i nuovi tetti delle case non sono più abitabili da queste creature notturne.
Potete comprare la bat box (o costruirvene una), per invogliarli a tornare ad abitare insieme a voi, per liberarvi dalle zanzare.


Spero di avervi aiutato.






Nessun commento:

Posta un commento

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.