blog paralleli

mercoledì 7 luglio 2010

[reportage] Piantare un noce, terza parte


Estate 2010: il trapianto del noce
Trapianto la pianta di noce più grande. Per estrarla dal vaso senza rovinare le radici bisogna bagnare la terra. Altrimenti, potete portarla direttamente nel vaso... io non potevo per questioni di impaccio, dovendo fare il viaggio in bici.

Estratta la piantina...


...immergo le sue radici nell'acqua, racchiusa in un sacchetto. Il barattolo di plastica proteggerà un po' dagli urti. In questi casi alcuni lievi danni sono quasi inevitabili, non bisogna farsene una ragione.
Arrivo a destinazione, a Cadine, e trovo un punto adatto.

La pianta ha bisogno di terra nel sottosuolo... evitate le zone rocciose! Deve essere anche riparata contro le raffiche di vento. Scavate una buca abbastanza profonda, appoggiate le pianta e ricoprite di terra.

Con dei sassi ho cercato di arginare la terra, in modo che la pioggia non me la porti via.

Intorno c'è una cinta di bastoni, per proteggere la stessa e renderla immediatamente visibile a chi, con la falciatrice, taglia l'erba.

Ora dipende tutto dalla pianta.
Si spera che qualche simpaticone non la strappi via... e nemmeno che qualche animaletto la morsichi...
Se il clima resta asciutto occorre darle acqua ogni volta che serve.

Per mia fortuna, ha piovuto per tutti i due giorni successivi.

Piantare un noce, tutte le puntate:
piantino di noce inverno
1 2 3 4 5 6 7

4 commenti:

  1. ciao come stà la piantina? è cresciuta? stò cercando di imitare la tua esperienza.. speriamo bene! i miei complimenti!

    Se non ti reca disturbo mi piacerebbe sapere a che punto della crescita è.. ( magari una bella foto) ciao e grazie e perdonami di queste domande, non ci sono altre guide in giro per la rete oltre questa!

    ciao!

    RispondiElimina
  2. Figurati, nessun disturbo!

    La piantina è cresciuta poco, soprattutto adesso che, senza foglie, si è praticamente dimezzata.
    Molto dipende anche dal terreno, qui è molto sottile, subito sotto c'è la roccia
    Domani vado "a vedere come sta", e faccio qualche foto!

    RispondiElimina
  3. Ciao! scusa il disturbo, ho cercato di imitare la tua esperienza ma la prima noce dopo due mesi.. era marcia.. nel frattempo ho comprato un alberino che è cresciuto, però voglio assolutamente a fare un albero da solo, (anche perchè è uno dei miei alberi preferiti)

    Ora stò riprovando... una cosa.. quando hai messo le noci in vaso, ogni quanto lo annaffiavi? ciao e grazie! ( se hai qualche foto della piantina, o anche delle altre, che spero stiano bene, ne sarei strafelice :) )

    Ciao!

    RispondiElimina
  4. nessun disturbo, figurati
    non ho inaffiato le noci, temevo di farle marcire.. ho lasciato fare a madre natura..quando pioveva prendevano l'acqua e sono venute su con tutta la calma del caso (io avevo già perso le speranze)
    avevo pubblicato qualche nuovo aggiornamento qui: http://ilfantasma.blogspot.com/2011/03/reportage-piantare-un-noce-quarta-parte.html

    nei prossimi giorni vedo di aggiungere un paio di nuove foto alla pagina linkata

    RispondiElimina

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.