blog paralleli

mercoledì 7 luglio 2010

[polemica] La pergamena di laurea che non arriva... università lumaca!



Intendo il documento ufficiale, non la canzone/filastrocca che ti fanno leggere durante la festa.
Mi sono laureato a settembre del 2008 e tale certificato ancora non arriva. Se consideriamo che questo foglio, prestampato e pagato caro, ci serve per candidarci nelle offerte di lavoro... beh la questione diventa abbastaza grave.


Non voglio generalizzare.
Alcune università ti consegnano subito la pergamena, con tanto di proclamazione, che male non fa. Diciamo che è la ciliegina su una torta un po' deprimente. Ti togli un po' di amaro dalla bocca.
Il mio caso si rifà all'università di Forlì, ma sono sicuro che il fenomeno è diffuso in molte zone del territorio nazionale.


La pergamena costa caro.
La cifra è variabile, nel mio caso l'ho pagata la bellezza di 80 euro(!!!), ma in altre università è addirittura più cara.
In alcune, invece, è gratis. Assurdo, no, che alcuni te la fanno pagare e altri te la regalano? Sembra proprio che la pergamena sia solo un'altra fonte di finanziamenti per l'università. Forse servirebbe una regolamentazione e un po' di chiarezza. Non riesco a capire come un singolo foglio di carta (pregiata quanto vuoi, con gli inchiostri colorati ect ect) possa costare così tanto.


Si può rinunciare alla pergamena?
Sarebbe una scelta molto saggia. Non desidero il pezzo di carta in sé, piuttosto il titolo che ho conseguito, e che dimostro con una certificazione che l'università mi invia tramite fax, su richiesta. Purtroppo la gabella è obbligatoria per iscriversi all'esame finale.
Di conseguenza, anche se l'attestato di laurea è solo un pezzo di carta, è un pezzo di carta che io ho pagato e quindi è mio diritto averlo, indipendentemente dal fatto che mi serva o no.
Se il ritardo è dovuto a problemi di qualsiasi sorta io pretendo delle scuse, dovute, e tempestive, da parte dell'università. Chiunque si prende carico di un onere e non riesce a portarlo a termine si scusa con chi subisce le conseguenze. Perchè l'università non fa lo stesso?



Andare a ritirarla?!? Assolutamente no!
Se si telefona in segreteria, ti risponderanno che ti chiameranno loro, non appena la pergamena sarà pronta. A quel punto puoi andare a ritirarla. Ma stiamo scherzando? Incluso nel prezzo c'è anche la spedizione. Visto che questo pezzo di carta ha un valore di 60 euro in su, sarebbe lecito pretendere un pacco raccomandato, assicurato e... blindato!



Il panorama universitario.
Il mancato arrivo della pergamena non può che essere un degno finale per una delle più brutte esperienze giovanili.
L'univeristà non è quel sogno tanto decantato.. è una perdita di tempo e basta!! Ascolti professori (che molti.. bah, se non sono "stravaganti" allora sono incompetenti) che ti vendono i loro libri (illeggibili). I compagni di corso diventano per metà "macchine da scrivere" e l'altra metà chiacchieroni da bar. Il risultato è che le lezioni non ti passano per niente (a meno che non ti unisci ai chiacchieroni). Il periodo degli esami è traumatico: ti costringi a studiare cose assurde (malvolentieri) e fai orari impossibili. Tutto per una pergamena che nemmeno ti consegnano e nessuna probabilità in più di ottenere un lavoro...


Il mio non è certo un caso singolo. Potete leggere qui alcune testimonianze.

 
AGGIORNAMENTO 1
Esiste una giustificazione però...
Ebbene sì, mi trovo costretto ad ammetterlo. Molte pergamene vengono vergate a mano, sì, a mano, avete capito bene. Gli amanuensi esistono ancora, seconda scoperta della giornata.
La mia pergamena, per esempio, verrà scritta a mano in una prestigiosa bottega di Recanati e dicono che siano letterarmente sommersi di lavoro.
Diciamo che questa  è una mezza giustificazione. Preferirei aver pagato meno per avere un semplice foglio stampato. Non ho bisogno di quadretti da appendere a casa, non rimane molto spazio!
Non è detto poi, che se una cosa è fatta a mano allora è sicuramente ben fatta. Infine, bisogna vedere quanto del lavoro è stato fatto a mano e quanto del lavoro sia il risultato di una mera stampante...

AGGIORNAMENTO 2
Buone notizie, finalmente. 
Ricevo una e-mail da parte della segreteria studenti. Dopo due anni e mezzo la pergamena di laurea è pronta, l'attesa finita.
L'hanno fatta veramente a mano? Eccola qua, se siete curiosi.

4 commenti:

  1. ciao, mi sono laureata a FORLI' nel luglio del 2008, pergamena pagata, ma ad oggi ANCORA MAI ARRIVATA....

    RispondiElimina
  2. Ecco! Io mi sono laureato a settembre, quindi dovrò avere ancora più pazienza di te!!
    ;)
    Le nostre lauree vengono prodotte a Recanati, l'unica cosa che so.

    RispondiElimina
  3. 1. L'Università di Forlì non esiste; a Forlì c'è un polo dell'Alma mater studiorum Università di Bologna. Le pergamene sono centralizzate in tutto l'ateneo.

    2. Avere la pergamena non è assolutamente necessario per trovare lavoro. Pensa che mio padre, laureatosi negli anni '70 del secolo scorso, non l'ha MAI ritirata. Ho chiesto alla sua segreteria se c'è speranza di trovarla ancora, ma mi dicono che non sanno neanche che fine abbia fatto e che comunque, molto probabilmente, è andata distrutta.
    Ai suoi tempi la segreteria ti rilasciava un certificato e andava bene quello. Alcune università ti rilasciano il certificato non appena ti proclamano (te lo firma la commissione davanti a te); in ogni caso la segreteria è in grado di rilasciarlo dopo qualche giorno (dove c'è la verbalizzazione elettronica), probabilmente anche il giorno stesso. Parlo al presente perché i certificati si possono ancora rilasciare, in bollo da 16 euro (sino a poco tempo fa 14.62), ma il problema è che in base alle ultimissime norme sull'autocertificazione è PROIBITO per la pubblica amministrazione accettarli. Quindi, devi dichiarare che si tratta di un certificato che ti serve per usi personali o per rapporti con privati, mentre se ad esempio vuoi partecipare a un concorso pubblico sei obbligato a produrre dichiarazione sostitutiva di certificazione (c.d. autocertificazione).

    Ciao

    RispondiElimina
  4. Discorsi sofisticati a parte, la pergamena non serve a niente, costa caro e te la consegnano con anni di ritardo.
    Per questo (e per altro) l'università di Bologna, come molte altre, è veramente una delusione.

    RispondiElimina

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.