blog paralleli

venerdì 13 luglio 2012

L'indomito riflesso di un mondo avverso. L'autoritratto, lo specchio e la metafora

Nuovo autoritratto. Con un gesto di stizza sferro un pugno contro lo specchio, ma il mio io riflesso rimane impassibile.

L'indomito riflesso di un mondo avverso di Andrea Baldessari
disegno in chiaroscuro effettuato con un tavoletta grafica Wacom Volito 2 
e Corel Painter IX, visibile in alta qualità nella galleria dei miei disegni in chiaroscuro

Siamo caldaie sotto pressione
"Perchè fai ginnastica tutti i giorni? Perchè sei così preciso? Ti serve a qualcosa? Mi sembra di no..."
Me l'ha domandato la mamma stamattina.
Si è anche risposta da sola.
Volevo risponderle "Hai ragione."
Lei è la voce della ragione.
L'ex pugile della famiglia che mi ospitò l'anno scorso a Londra, invece, aveva un'opinione differente. Gli avevo chiesto se potevo fare le trazioni sulla trave che aveva in giardino. Di tutta risposta lui mi preparò una palestra in soffitta, recuperando il posto tra i sacchi di cemento. Completa di barra isometrica sospesa sulle tromba delle scale. Fu incredibile. Ragionava con il cuore. Un giorno fracassò il suo pugno contro la muratura, lasciando una vistosa chiazza di sangue. Ma sulla faccia gli tornò il sorriso.
La ragione e la verità.
Siamo caldaie sotto pressione. Le valvole di sfogo vanno aperte ogni santo giorno. L'energia non può restare dentro troppo a lungo.


Autoritratto con metafora
Lo specchio rappresenta la fragilità della vita, messa a dura prova in primis da noi stessi. Da tutte quelle decisioni e azioni che si scontrano con il buon senso e la moderazione. Giuste o sbagliate che siano. Dall'altra parte, però, il nostro animo non molla. Non si lascia domare.

Il pugno e le schegge, nota tecnica
Il disegno vuole apparire come un'istantanea, con il braccio che si ritrae messo a fuoco e le schegge di vetro sospese in aria. Se il braccio e le schegge fossero state riprodotte in movimento, magari il tutto sarebbe apparso più dinamico, più somigliante a un fermo immagine di un video.

L'omaggio allo spot Sector e a Felix Mendelssohn
La scena raffigurata nel disegno ricorda un po' la famosa pubblicità della Sector con il pugile, con le note di Felix Mendelssohn (l'Ouverture Le Ebridi).






Vedi anche:

disegno precedente -     disegno successivo

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.