blog paralleli

mercoledì 27 novembre 2013

Coltivare la pastinaca sativa 3: con il freddo è pronta per la raccolta

Pastinache appena raccolte
Novembre sta per finire e finalmente posso raccogliere le pastinache sative dalla terra dell'orto. Certo, non sono diventate grandi quanto desideravo (la varietà tender and true raggiunge i 30 cm), ma rientrano nelle dimensioni normali previste (15-25 cm). Sono poche quelle regolari, a forma di carota, le più hanno incontrato un terreno compatto (nonostante la vangatura minuziosa) e sono gonfie solo sopra. In ogni caso credo di avere trovato una soluzione...

Settembre: pastinache ancora piccole, raddoppio l'acqua
Con l'ultimo mese caldo a disposizione, le pastinache mi sembrano troppo sottili. Questa zona dell'orto è troppo assolata, non piove e decido quindi di raddoppiare l'acqua innaffiata. La pioggia abbondante e frequente dei giorni successivi mi dà il cambio e posso ben sperare.


Ancora pidocchi... li lavo via
Strappare via le foglie delle pastinache colpite dagli afidi si è rivelato sbagliato, ora provo con un getto d'acqua. Basta porre l'annaffiatoio senza cipolla a debita altezza e indirizzare l'acqua sui gambi colpiti. L'alta pressione spazza via tutti gli intrusi senza danni collaterali (a novembre scoprirò che gli afidi attaccano anche la radice).


Fine novembre: arriva la neve e le gelate, raccolgo le pastinache
Le pastinache che affiorano in superficie hanno un diametro dignitoso e al tatto sono un po' spugnose. Una settimana di freddo invernale dovrebbe bastare per addolcirle e decido di estrarne un po'. Alla fine ne raccolgo ben tre quarti (bagnando la terra e aiutandomi con una paletta) perchè, effettivamente, se nevica trenta centimentri e ghiaccia diventerebbe una caccia al tesoro.
Test di qualità effettuato da un esaminatore d'eccezione. Hanno il profumo delle carote.

le pastinache del fratello: una supera i 30 cm, l'altra sfiora il chilogrammo

Tardi seminare le pastinache a luglio
Tre mesi caldi per le pastinache (luglio-settembre, ritardo causato dall'orto completamente occupato) e l'irrigazione quotidiana non sono stati sufficienti. Le piante avevano preso molto bene, ma le radici sottoterra non hanno avuto il tempo di svilupparsi a dovere.
A vedere il lato positivo, queste pastinache si possono cuocere comodamente intere, bocconcini di pastinaca.

Conservare le pastinache sative
Leggendo le guide inglesi, le pastinache si conservano come le carote, in un luogo fresco, buio e umido, non lavate. Le foglie vanno eliminate, altrimenti attingono alle riserve della radice.
I valori nel dettaglio:
  • Temperature: 32°F (0°C)
  • Relative Humidity: 90-95%
Nel frigo si conservano per circa due settimane, bollite e congelate fino a 10 mesi. Tuttavia il modo più naturale per conservarle è lasciarle nella terra dell'orto finché non ne avremo bisogno, restano buone fino all'arrivo della primavera.

Morale della pastinaca
L'inverno mite con minime superiori allo 0, senza ghiaccio e neve, è ideale per la coltura delle pastinache. La soluzione che adotterò il prossimo anno è di non trapiantare le pastinache al livello del terreno, ma di tenerle rialzate, rincalzate, con un doppio vantaggio: 1)minor pressione del terreno e quindi maggior sviluppo della radice 2)estrazione dal terreno ghiacciato più semplice.
Le pastinache meno sviluppate rimaste a terra, se sopravvivono, fioriranno e daranno semi la prossima estate. Intanto ho una bustina della varietà white gem, di dimensioni meno generose, ma che si adatta a qualunque tipo di terreno.

come cucinare le pastinache sative

Coltivare le pastinache:
semina trapianto raccolta
coltivare la pastinaca 4: a due anni fiori e semi

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.