blog paralleli

venerdì 18 giugno 2010

[polemica] Gatto John: verità o bufala?

[ QUESTO ARTICOLO HA ATTIRATO UN TROLL (= maleducato che va giù pesante con le parole, appoggiando la tesi contraria), devo quindi supporre che l'argomento è scomodo, ho un motivo in più per approfondirlo appena ce ne sarà l'occasione. ]


Aggiornamento del 15/08/2010: ho ricevuto un messaggio dalla proprietaria... leggete più in basso.

 
La vicenda del gatto John, ucciso da un arciere, sta facendo il giro di facebook e della rete, grazie ad alcuni giornali online della zona. Appena ho visto la foto, però, sono sorti i primi dubbi e ho iniziato un'indagine personale.
(IMPORTANTE: non conosco la verità, le mie sono deduzioni, ipotetiche)
  • analisi della foto
  • incongruenze&stranezze
  • raccolta di denaro

La foto: saltano fuori alcuni dubbi.
1) La freccia è entrata nel gatto dal basso verso l'alto, un'angolazione molto improbabile (anche se possibile in limitatissime circostanze).
2) La freccia è penetrata nella zampa anteriore e poi nel costato, attraversando il gatto da parte a parte. In genere una freccia si fermerebbe quando incontra un osso, magari spezzandolo. Qui è scivolata attraverso il gatto senza il minimo sforzo. Una freccia sportiva, come quella della foto, non ha le caratteristiche per attraversare un corpo di un vertebrato in quel modo, a meno di circostanze estremamente favorevoli...
3) Si afferma che il gatto ha un polmone forato. In casi come questi si perde sangue dalle vie aeree. Sangue non visibile nella foto.
 (da http://www.flickr.com/photos/adottami/4678143808/ )
4) C'è una macchiolina di sangue gocciolato sotto il punto d'entrata della freccia. La peluria circostante però, è straordinariamente pulita.
5) Pare che il gatto sia in posizione di riposo e non di agonia.
6) L'effetto mosso della foto favorirebbe un ritocco fotografico o un'illusione ottica.

(la foto è stata presa da http://www.flickr.com/photos/adottami/4678143808/ )



Stranezza: il gruppo di facebook non è pubblico.
Per accedere al gruppo ( http://www.facebook.com/group.php?gid=116384701737995&v=wall ) bisogna fare richiesta di iscrizione, tattica vincente per ammettere solo i contatti desiderati. Presumo che, tempo fa, il gruppo fosse completamente aperto al pubblico. Proseguo con il mio dubbio.. si cerca di insabbiare qualcosa?


Incongruenza: Polizia o Carabinieri?
  • REPERTO A ( http://www.facebook.com/photo.php?pid=31075256&id=1542180351 )
  • REPERTO B ( http://www.cremaonline.it/articolo.asp?ID=11185 ) di MARTEDÌ 8 GIUGNO 2010, 20.42
Prima parlano di polizia e poi di carabinieri. Un dettaglio non trascurabile, tipico se si inventano le cose di sana pianta. Probabilmente non hanno sporto alcuna denuncia.

La raccolta di denaro...
(da http://www.facebook.com/group.php?gid=116384701737995&v=wall )
Ecco che salta fuori il codice della postepay. Per... taglia dei volantini??? Personalmente la cosa non sta in piedi.
 
Sono ben accetti critiche, consigli e i chiarimenti diretti dei proprietari di John.


Aggiornamento di domenica 15 agosto 2010.
Ho ricevuto un commento e un messaggio da parte della proprietaria del gatto. Parolo molto adirate, nervose e offensive. Tra un insulto e l'altro ho capito che di aver commesso un errore sull'indirizzo e-mail, di conseguenza ho rimosso il paragrafo che lo riguardava.
Tuttavia non ci sono state altre chiarificazioni, soprattutto sulle strane donazioni tramite postepay. Il mistero permane, quindi.


3 commenti:

  1. Ciao, io sono la "proprietaria dell'account adotta un amico che ha pubblicato la foto di John. Probabilmente manca la "t" di .it perchè spesso prima di pubblicare le richieste ripulisco le email dalle pubblicità, dai segni che i vari forward lasciano e così facendo posso aver per sbaglio eliminato la lettera.Per quanto riguarda il gruppo in fb è stato attaccato da troll per cui gli amministratori lo hanno chiuso ed hanno eliminato degli iscritti, io sono iscritta da quando ha aperto quindi non so se è pubblico o privato. Ho visto che anche l'associazione Arcieri d'Adda ha fatto le sue scuse ai proprietari del gatto. Penso pero' che per capire se è una storia vera l'unica cosa sia telefonare ai poliziotti di Monte Cremasco. Visto che io ho pubblicato la richiesta di auto cercherò di capirci qualcosa in più. grazie e incrociamo le dita che non sia una bufala (anche se ne andrebbe a scapito del povero gatto) perchè ci sono tanti volontari che si svenano per cani e gatti e queste cose non li aiutano di certo perchè creano dubbi nelle richieste di aiuto.

    RispondiElimina
  2. Adotta un amico: anche questo gatto trafitto da freccia non perde sangue: http://www.gexplorer.net/notizie/2010/04/folle-uccide-gatti-con-la-balestra-taglia-di-500-euro-sul-killer/

    RispondiElimina
  3. Ti ringrazio per la risposta.
    Non era mia intenzione attaccare le associazioni di volontari, che fanno un lavoro splendido. Mi sono focalizzato su questo caso perchè presenta molte stranezze, prima tra tutte l'invito di ricarica per la postepay, e, come ho scritto nell'introduzione, non conosco la verità.
    So solo che il tam tam mediatico, spesso, fa propagare come vere un sacco di cose false/esagerazioni e via dicendo, al punto che poi, scoprire la verità non è più possibile.
    L'indirizzo e-mail, anche con la t, non è raggiungibile.
    La peluria nera del gatto della seconda foto nasconde completamente la possibile fuoriuscita di sangue, su questo invece, di livrea chiara, dovrebbe essere chiaramente visibile. Inoltre la foto è (tragicamente) molto verosimile, sia per la freccia spezzata sia per la postura del gatto sia per l'angolazione, laterale.

    RispondiElimina

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.