blog paralleli

domenica 17 giugno 2012

Salvare le piante di mirtillo. Prima puntata: la terra giusta

Coltivare il mirtillo non è affatto uno scherzo: occorre avere il posto giusto e la terra giusta. Altrimenti le piante si indeboliscono fino al punto di non ritorno.
Questa primavera, a forza di dare acqua (e soprattutto di piovere) quattro piante di mirtillo sono sopravvissute e sono comparsi i primi germogli. Altre, invece, non si sono proprio riprese, diventanto addirittura la sede di un formicaio (foto sotto).
Per non rinunciare ai preziosi piccoli frutti ho tentato di salvare due piante in difficoltà, trapiantandole nel vaso con nuova terra.



La terra della malga:
I mirtilli crescono spontaneamente in montagna, ad alta quota. Questo per tante ragioni, una delle quali è la terra acida presente nel suolo. Esiste il concime apposito e altre sostanze chimiche che dovrebbero permettere ai mirtilli di sopravvivere nella terra normale, ma nel nostro caso non hanno funzionato. Quindi, zaino in spalla, sono salito su fino al Malghet, malga del Bondone, a prendere un po' di terra. Ora non so se stavo abbastanza in quota, lo scopriremo in futuro.
Come si può intuire dalla foto a sinistra, ho prelevato della terra di riporto delle talpe, che, oltre a essere già vangata dalle unghie degli animaletti, proviene dalle profondità e quindi dovrebbe essere più fertile. Inoltre mi sono preso un po' di aghi d'abete, pensando a cosa potrebbe concimare dei mirtilli naturali.


Le due piante di mirtillo prescelte, all'ombra dei ribes:
Ho scelto queste piante di mirtillo, dallo sviluppo tardivo rispetto alle altre due perchè sovrastate dal ribes nero, da quello rosso e dall'uvaspina.


L'occorrente per il trapianto dei mirtilli:
Mi sono procurato i vasi più capienti che avevo a casa con i loro sottovasi. Ovviamente serve anche dell'aqua. Visibili a sinistra i due sacchetti con la terra della malga (sperando che sia acida) e gli aghi secchi d'abete.

foto scattate con una Fujifilm FinePix Z100fd

Salvare le piante di mirtillo:
nuovo tentativo la terra giusta il trapianto nei vasi

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.