blog paralleli

lunedì 17 ottobre 2016

Coltivare il mandorlo 3: immune ai bruchi

Marzo: fatti più in là... Le peripezie del mio mandorlo seminato (e redivivo) non finiscono mai: ho dovuto trapiantarlo una seconda volta, per far spazio a due mandorli innestati comprati nella fiera di S. Giuseppe a Trento. Era già germogliato, per giunta, ma ho avuto l'accortezza di spostarlo con tutto il suo pane di terra.

Fine aprile: germogli e talee
Il mandorlo non pare risentire del trasloco, è un'esplosione di germogli.
Nella foto accanto, pure le talee germogliano, peccato che poi, nonostante le abbia mantenute umide, siano tutte avvizzite.



L'assenza dell'inverno ha fatto rifiorire il mandorlo della vicini dopo lungo tempo.

Giugno: bruchi a tavola. Al vivaio me lo dicono sempre: mai comprare le piante in fiera, che si prendono fregature. Empiricamente do loro ragione, difatti uno dei tre mandorli innestati (il migliore), dopo un inizio molto promettente si è seccato tutto di colpo, in piena estate.
Agli altri due mandorli, che fanno compagnia al mio seminato, è andata pure peggio: i germogli non facevano in tempo a svilupparsi che venivano divorati dai bruchi. Bruchi maledetti che rimuovevo quotidianamente, che aspergevo di tintura d'aglio... invano.

Metà ottobre: mandorlo e... pesco
Il mio mandorlo seminato, per fortuna, risulta indigesto per i bruchi (o forse è germogliato completamente prima del loro arrivo!) e ha sopportato bene anche la micidiale siccità estiva. Da questa angolazione sembra esile, ma ora sfiora il metro d'altezza e il fusto si è ingrossato parecchio rispetto a com'era in primavera.
Nella foto accanto, ecco un piccolo pesco spontaneo, alla base del fico nero. Mi ero illuso che fosse un mandorlo, ma gli esperti del web mi han prontamente smentito. Se poi è vero che mandorlo e pesco usano lo stesso portainnesto, le due piante fotografate sono incroci molto simili tra loro. Si spera che il mio mandorlo faccia mandorle...

PARTE 2 - COLTIVARE IL  MANDORLO - PARTE 4

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.