blog paralleli

sabato 29 maggio 2010

[oggi] Ho chiuso il conto corrente... faccio due conti



Ho messo in pratica quanto avevo detto: chiudere il conto corrente.

Dei due conti che avevo aperto la priorità ce l'ha quello delle Poste Italiane. La spesa annuale del bancoposta, infatti, ammonta a 84 euro, senza aver eseguito operazioni di sorta. (loro dichiarano una spesa di 30 euro...)

Così mi sono presentato al mio ufficio postale (prima ho preso appuntamento, ve lo consiglio caldamente: se vi presentate a sorpresa potrete trovare una forte opposizione) e ho fatto una chiacchierata con la direttore e con l'impiegata. Mi ha chiesto le motivazionie  e se ero veramente sicuro della decisione.
Quindi, di fronte alla mia inflessibilità, mi è stato offerto il conto Posta Click, secondo loro gratuito. Io ribatto che secondo me la spesa c'è eccome, tipo i 34 euro delle imposte di bollo. Loro cascano dalle nuvole e a quel punto desistono.

In quindici minuti ho svuotato il conto e ho aperto un libretto postale. L'idea era di investire i soldi in buoni fruttiferi, ma purtroppo in questo periodo il loro tasso di interesse è drasticamente calato. Anche il libretto non è da meno: ho un interesse dello 0.35% (l'anno scorso era maggiore di  1%... ) da cui viene detratto il 27%!

In ogni caso, conti alla mano, da una perdita annuale di 84 euro dovrei passare a un guadagno annuale di... 4 euro! Beh... in effetti si chiama libretto di risparmio, non libretto fruttifero!

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.